Il recupero di capitan Esposito dall’infortunio. Il grande lavoro di squadra dell’area sanitaria dell’AZ Picerno

Era il 1° maggio di quest’anno quando capitan Esposito, esattamente quattro mesi fa, si fermò durante l’allenamento del mercoledì, nella settimana di preparazione del match contro il Bitonto. Da quel giorno, è ritornato in campo il 29 agosto scorso, col Bisceglie, a partita in corso, e si è rivisto poi domenica 1 settembre, nella partita vinta 2-1 contro il Rieti. Ma se capitan Esposito, alla sua settima stagione con la fascia al braccio della Leonessa della Lucania, è ritornato in tempi record in campo, è anche grazie ad un lavoro eccezionale e di squadra fatto dall’area sanitaria dell’Az Picerno, con la collaborazione del centro “Genovese” di Potenza, del fisiatra Michele Cannizzaro e di altri specialisti. Il capitano, quattro mesi fa, accusò un dolore alla gamba destra. Che lo ha costretto a non portare a termine il campionato. Poi sembrava essersi ripreso, ma ha avuto una ricaduta ad inizio della preparazione. E qui, è scesa in campo – è proprio il caso di dirlo – tutta la professionalità dell’area sanitaria dell’Az Picerno. Un lavoro di squadra, con il responsabile dott. Michele Canadeo, il medico sociale dott. Gerardo Pio Raffaele Bellettieri, l’osteopata dott. Andrea Marino e il massofisioterapista dott. Carmine Triggiano. Un lavoro duro, di grande professionalità, per risolvere un infortunio abbastanza grave: una lesione muscolare, diagnosticata a seguito di alcune visite specialistiche. In campo ogni professionalità per curare e far recuperare capitan Esposito, costretto a saltare una parte della preparazione. Una lesione importante, è stata denominata dall’area sanitaria del Picerno. Al grande lavoro messo in campo dai professionisti dell’AZ, si è aggiunto quello del centro di riabilitazione “Genovese” di Potenza, con il lavoro del fisiatra dott. Michele Cannizzaro, oltre che di un ortopedico, il dott. Vittorino Testa di Angri, che ha effettuato trattamenti qualificati. Se capitan Esposito è tornato in campo in tempi brevi, vista l’entità dell’infortunio, il merito è di una squadra di sanitari su cui la Società sa di poter fidarsi ad occhi chiusi. Professionisti che lavorano senza sosta, e a tutti gli orari, sugli atleti del Picerno per prevenire gli infortuni e farli recuperare in tempi celeri, evitando anche eventuali ricadute.

– ufficio stampa –

ăn dặm kiểu NhậtResponsive WordPress Themenhà cấp 4 nông thônthời trang trẻ emgiày cao gótshop giày nữdownload wordpress pluginsmẫu biệt thự đẹpepichouseáo sơ mi nữhouse beautiful