La lettera della famiglia Caivano al Picerno: “Emozioni, è una grande gioia. Orgogliosi di questa squadra”

Di seguito, pubblichiamo la lettera ricevuta dalla famiglia Caivano, titolare dell’Autolinee. Una lettera stupenda, che testimonia come questa società sia una vera e propria “comunità” e come l’umiltà e la serietà siano alla base dell’operato. Grazie da parte della Società!

Non ci possiamo credere!
Siamo qui con il cuore in gola e il respiro smorzato. Emozioni che può provare solo un paesino come il nostro, raggiungendo un traguardo storico. Tutto è iniziato quattro anni fa, quando da quella porta socchiusa del nostro ufficio, entrò una persona di un certo spessore ed umanità: Enzo Mitro. Tutto ebbe forma in pochissimo tempo, tra una chiacchiera ed un caffè. Come facciamo dal 1984, iniziamo a lavorare con serietà e prestigio, ma mai aprendo quel cassetto; quel cassetto che non era nemmeno progettato. Passano gli anni, trasferte su trasferte. Cene, abbracci, e tutto senza capire che il sogno, si! il sogno nel cassetto era lì ad attenderci. Durante una cena, mista a risate e discorsi lavorativi “come sempre”, Balzò l’idea a Stefano, membro della famiglia e della società Caivano, di applicare il logo del Picerno ad uno dei nostri autobus. Il direttore Mitro spalancò gli occhi e.. detto, fatto! Chiamammo il nostro carissimo presidente Donato Curcio per esporgli l’idea. Non se lo fece dire due volte. Con l’aiuto di Maurizio Guma di Picerno, tutto venne pianificato e portato a termine. Oltre a portare con orgoglio squadra, staff tecnico e dirigenza in giro per l’Italia, abbiamo portato Picerno e il Picerno Calcio fin sotto la torre Eiffel a Parigi (con la foto del bus pubblicata anche dal famoso blog “La città dell’Autobus”). Durante la sosta parigina, fu letteralmente preso d’assalto da coppie, ragazzi e comitive per aver un selfie con quel magnifico scudetto. Scudetto che ben lontanamente immaginava, dove fosse arrivato. Ma non può durare troppo il “bello della vita”. Tra alti e bassi della squadra, non sono mancati nemmeno a noi. Altrimenti che Famiglia sarebbe. Ma l’importante è non mollare mai, e lottare con il cuore puro. Mai e dico mai avessimo pensato che il popolo picernese ci avesse così tanto a cuore. In primis il nostro amico e direttore Enzo Mitro, lo stesso mister Mimmo Giacomarro e tutto lo staff e collaboratori con squadra al seguito. Ma ecco che la luce non è in fondo al tunnel. Ma bensì negli occhi di chi ti vuole davvero bene. Dopo un pareggio, si riparte all’ attacco per raggiungere gli 80 punti. Il 27 marzo con organizzazione impeccabile presentiamo il nuovo bus che porterà gli 80 punti nella bauliere. Giornata con gli occhi pieni di gioia e passione, lo abbiamo presentato a tutti i nostri compaesani. L’evento è stato organizzato con l’aiuto di Gerardo Curcio, Maurizio Guma, che hanno curato la diretta con la loro famosissima Tele Coira, Rocco Kikino che ha montato uno spot stupendo, riprendendo tutti i luoghi storici del nostro paese per poi proiettarlo nella sala stampa dove Giuseppe Caivano, la nostra “luce”, il nostro “capo”, ha esaltato con parole profonde, la stima e la fiducia che riponiamo in una “famiglia” di campioni. Il nostro amico e responsabile dell’area comunicazione del Picerno, Claudio Buono, che non ha fatto mancare il suo apporto e spesso ha “ripagato” il nostro lavoro dandoci anche visibilità. In tutto il contesto, non poteva mancare la mitica ed unica tifosa no-limits, Lucia Caivano, che ci ha deliziato nella pagina Facebook “Sei di Picerno Se..”. Oggi noi, Famiglia Caivano, ci sentiamo di dire “grazie” a tutti voi, amici, paesani vicini e lontani, ed alla nostra stupenda squadra. Porteremo ovunque, e con grande orgoglio, il lavoro fatto dalla squadra e dalla Società per il nostro paese, per la nostra comunità. Sempre forza Picerno, forza Leonessa!

Famiglia Caivano – Autolinee Caivano

ăn dặm kiểu NhậtResponsive WordPress Themenhà cấp 4 nông thônthời trang trẻ emgiày cao gótshop giày nữdownload wordpress pluginsmẫu biệt thự đẹpepichouseáo sơ mi nữhouse beautiful